ALERT
SimRacing since 2003
LEAGUES
SPECIAL EVENT
TROPHIES
RESOURCES
TAKE A TOUR
FORUM
INFO
RULES, DOCUMENTATION
RACE SYSTEM
+
ANTICHEAT CLIENT
MY GTI
+
ACCOUNT, TOOLS
CALENDAR
Oggi
22:00
SE316 GTA round 1
LAST MINUTE TRACK
Jul
Thu
SE325 207 WRC @ Kyalami ...
Kyalami 2005 - Full
Jul
Mon
Adrenaline Cup 2014
Autodromo del Portogallo - GT
Jul
Tue
Nascar League 2014
Richmond-SCE - Short Track
Jul
Wed
SE317 GTA round 2
LAST MINUTE TRACK
Jul
Thu
SE294 WTCC 2009-Portimao
Portimao - Autodromo do Algarve
Aug
Mon
SE319 Touring70 @ Osterr...
Osterreichring 1970 - GP
Overview GTItalia
Jul 18, 2014  Generale->GTItalia.org
GTItalia a volo d'uccello
di Musella Mauro
Ne troppo in basso e ne troppo in alto. Gli uccelli volano soprà una città godendo della vista del quadro generale e con sufficienti dettagli. Quello che occorre per capire lo stato attuale di GTItalia e cosa è possibile immaginare per il prossimo futuro.

Cosa è stato fatto

Negli ultimi mesi sono state fatte un po' di cosette, alcune in programma (RS3, gestione Livelli) ed alcune frutto di ispirazioni volanti (MyPage, restyling grafico). Alla fine però tutte rafforzano l'immagine di GTItalia e danno ciccia ai contenuti alzando di un ulteriore gradino (forse un pelo di più) questo modello organizzativo rispetto allo standard del Simracing.Tra quelle citate, le novità più importanti sono sicuramente l'introduzione del concetto di livello e RS3 ma entrambe sono poco più che sigle che nascondono molte più cose.Partiamo dai livelli.Fino a poco fa se si doveva organizzare una gara non ci si chiedeva più di tanto a chi era rivolta e quindi il target non aveva influenza alcuna se non nella scelta del pacchetto mod/pista. Per gli appassionati vintage si offriva qualche ferro vecchio dal grip pliocenico su qualche improbabile mulattiera, per gli amanti del moderno si andava sul sicuro con le GT o Prototipi probabilmente su qualche tilkata. Per il resto era tutto scontato, danni 100%, sanzioni semi-automatiche (of course) e gara tiratissima (magari di 2 ore) che necessitava di partecipanti appassionati e pronti a fare i solchi sull'asfalto già solo per presentarsi in pista senza creare imbarazzo. Tradotto, mi iscrivo, faccio ore e ore di allenamento e poi via per il grande giorno come il Simracing puro prescrive.C'abbiamo campato per anni in questo modo, noi e tutte le comunità di Simracing che quasi facevano a gara a chi spostava un po' più in alto l'asticella della simulazione. Il problema è che più si sposta in alto quest'asticella e più si riduce la platea di potenziali partecipanti ma non per questo si riduce la fatica ed il costo organizzativo. Tutt'altro.Tutto questo mentre è ormai ovvio che il tempo speso per tirare su questa organizzazione è abbondantemente oltre il tempo tipico che si dedica ad un hobby, rimasto tale solo a parole.Come già preannunciai nell'ormai nota dichiarazione di intenti di aprile, dove imboccare una strada che, senza rinunciare alla sua missione ovvero fare Simracing puro, doveva aprirsi ad un mercato più ampio ed accogliere anche diverse altre tipologie di simdriver o aspiranti tali che magari si differenziano dagli hardcore unicamente per il tempo che possono dedicare alla loro passione. Come gia ebbi modo di dire, sotto il Simracing duro e puro oggi, almeno in Italia (a parte sparute eccezioni) c'è solo il mondo delle console, in mezzo il vuoto.L'idea è stata quella di creare delle soluzioni che alleggerissero il peso di partecipare ad un evento (da parte degli utenti) ed allo stesso tempo ne riducesse i costi di organizzazione da parte degli amministratori. Questi requisiti sono stati tradotti in gestione degli aiuti alla guida, nell'uso del Last Minute Track (già sperimentato in passato ed accolto come consiglio proveniente dalla comunità) e sanzioni completamente automatiche.Il passo ulteriore è stato poi quello di organizzare tutte queste caratteristiche in un pacchetto precompilato, dei template da utilizzare come base di partenza per l'organizzazione e che dettassero le caratteristiche minime e massime che dovevano avere. Eccoci giunti quindi alla soluzione dei cosiddetti Livelli simulativi.Da questo momento ogni evento diventa un estensione del proprio livello di derivazione che ne eredita i connotati. Un livello Hard+ genera eventi Hard+ ed adopera i suoi dettami come danni elevati, gare lunghe, sanzioni semi-automatiche ecc ecc. Un livello Relax genera gare Relax, gare più corte, danni meno estremi pista LMT e così via. Livelli e gare diverse per utenze diverse.Sono un appassionato di Simracing con tanto tempo da spendere? Sarò interessato sicuramente alle H+, sono un Simracing ma ormai non ho più tempo per allenarmi? Le Relax con pista LMT fanno al caso mio, sempre meglio che appendere il volante al chiodo. Sono un appassionato di motori ma con poca o nulla esperienza nel Simracing? Magari un evento facile facile per iniziare come un Funny mi potrebbe aiutare a capirci meglio e poi a fare un passo avanti senza per forza piombare nei difficili H+ col rischio di far danni.Non siamo stati certo i primi a inventarci gli eventi cosiddetti Fun ma noi li abbiamo industrializzati , come ogni cosa qui su GTItalia.In questa strana estate stiamo sperimentando queste novità e tutti stiamo cercando di prenderci la mano e se possibile migliorarne le caratteristiche, siamo quindi lontani dall'entrata a regime che come ogni novità ci mette un po' a ingranare.L'altra macro novità è rappresentata da RS3 ma anche in questo caso c'è molto di più.RF2 è uscito da quasi 3 anni ma solo da un paio di mesi si è iniziato a parlare ed a iniziare a organizzare eventi con questo sim.Nei primi tempi le ragioni erano legate al suo stadio di sviluppo ancora prematuro e troppo instabile per poter ottenere eventi della qualità necessaria, dopo invece è stato necessario studiare le implementazioni per integrarlo sul modello organizzativo di GTItalia. Pare facile a dirlo ma se di solito usare un sim nuovo vuol dire scrivere un post su un forum e poi organizzare la prima gara, qui diventa tutto maledettamente più difficile. Il livello di automazione che abbraccia ogni singola azione obbliga a impegnativi sviluppi software per integrare un nuovo sim. Gestione del server, censimento materiale e gestione repository e con esso gestione dei download, giro di acquisizione degli hotlap/live server, giro di acquisizione risultati ed infine ma non meno importante, anticheat ovvero RS3. Accettata l'idea di non poter utilizzare il vecchio RS2 ho dovuto studiare una soluzione tutta nuova e da sviluppare da zero. Tanta fatica ma almeno ho avuto mani libere e l'attuale RS3 è solo una prima versione ma che segna un punto mai raggiunto nel controllo cheat. A memoria mia non esiste nessun tool capace di tanto, di unire il controllo continuo della macchina, dei processi e delle attività del pc insieme al controllo altrettanto continuo dei dati di telemetria estratti in tempo reale. Impossibile è un termine solo teorico ma possiamo dire che cittare con l'RS3 è un operazione più faticosa del risultato ottenibile. La grossa mole di dati raccolti viene collezionata e utilizzata per due controlli, uno in realtime ed uno approfondito in differita. Tutto questo con discrezione, affidabilità e semplicità. Basta avviare RS3 e non preoccuparsi di nulla.

Cosa vogliamo fare

Sarebbe più corretto dire cosa potremmo fare.RF2, attualmente in fase di sperimentazione, sta dimostrando di essere sufficientemente maturo.L'integrazione sul portale è completa e RS3 funziona, inoltre la partecipazione all'Adrenaline Cup 2014 attualmente in corso ha fatto segnare numeri importanti considerando i risultati delle passate edizioni di questo campionato e considerando l'aspettativa circa la partecipazione con un nuovo sim: griglia piena e piloti riserve in lista di attesa.La gestione dei livelli ci sarà utile per differenziare maggiormente l'offerta ed abbiamo ancora un valido sim come rF1.Con questi dati alla mano posso dire che l'inizio della prossima stagione (settembre > dicembre) sarà caratterizzato da un campionato con rF2, probabilmente un monomarca e, se nel frattempo gli ISI non introducessero il tempo totale nella visualizzazione replay, ancora con sanzioni automatiche e quindi un campionato posizionato sul livello Hard come l'attuale Adrenaline. Dovendo occupare un periodo di circa 3 mesi ci sarà spazio per un campionato di almeno 6/7 serate, probabilmente di lunedì.Visto che è prematuro parlare di abbandono di rF1 questo sim sarà ancora presente in calendario con un campionato alternativo tutto da decidere ma probabilmente su un livello simulativo diverso senza escludere l'ipotesi di un campionato con l'opzione Last Minute Track. Il tutto annaffiato dai soliti Special Event e chissà che qualche publisher non rompa gli indugi e si butti su rF2 dando il via anche ad un più massiccio censimento delle tante mod e piste che nel frattempo vengono offerti per questo sim.Questo è uno scenario molto probabile ma c'è ancora un po' di tempo per decidere.E da gennaio in poi? Qui andiamo sulle previsioni a lungo termine e tutto diventa più incerto. L'LMS sicuramente reclamerà la sua quarta edizione ma se rF2 continuerà a fare la sua bella figura non vedo perché ostinarsi con rF1.. quindi ci servirà un mod degno di questo campionato per rF2 e qualcosa già esiste, è a pagamento. Stiamo valutando questa ed altre strade, presenti e future. Il tempo c'è e sono convinto che per gennaio avremo quello che ci occorre per la prima edizione LMS con rF2, doppia classe, meteo variabile, real road e rejoin. Chissà se il record del BES può essere superato.E le endurance? Dico, quelle vere. Stesso discorso dell'LMS, con un mod multiclasse decente e con tutto il resto (qui il rejoin diventa santificabile) potremmo fare la nostra porca figura.
Jul 06, 2014  Simracing->Rabbit Cup
Rabbit Cup @ Nurburgring
di Marangon Denis

Fotocronaca

Jul 02, 2014  Simracing->LMS 120 Season 3
LMS 120 Season 3 in archivio
di Pizzo Daniele
portalimages/ImageGare/bandicam_2014-03-18_21-29-26-947.jpg

Puoti e Sardina Campioni

alla conclusione dell' LMS3 risultano rispettivamente il vincitore della classe P1 e della classe GT2; a loro i complimenti per l' ottimo campionato . Anche all'ultimo appuntamento non delude Sardina mentre Puoti distratto dai festeggiamenti ha una serata non positiva. lasciando via libera a Catricala che vince. In Gr2 vince Lo Monaco in P1 e in GT2 si impone Acquaviva.

scontro di classe!!
scontro di classe!!

' Considerazioni finali':

Grandi numeri e grande spettacolo in pista in questo LMS3. Con questa serie anche stavolta GTItalia fa centro e catalizza l'interesse degli appassionati di simracing con un mod supercollaudato e una formula azzeccata. Al via oltre sessanta piloti divisi in tre gruppi che non si sono risparmiati nei dieci appuntamenti di questo campionato. Tra i piu' accreditati nella classe P1 troviamo Puoti , Catricala, Greco, Marelli, Radaelli e molti altri ; nella classe GT2i mastini Sardina Leo, Ranzini, Rossi per dirne alcuni in quanto nel corso del campionato altri hanno fatto parlare di se. Nella classe P1 vittoria meritata di Puoti che e' stato sempre molto costante perdendo pochissimi punti sul suo diretto rivale Catricalà con le diesel questi due sono stati imprendibili e hanno lasciato le briciole alla folta pattuglia delle benzina che ben presto si sono resi conto che nulla potevano contro la potenza delle avversarie ; in ogni caso ne e' nato lo stesso un grande spettacolo. Nella classe GT2 invece ai nastri di partenza molti erano accreditati per ben figurare oltre ai ben noti Sardina , Leo, La Moglie c'era il fortissimo Ranzini con Rossi e una pattuglia agguerritissima di piloti con le carte in regola per imporsi in ogni appuntamento. Alla fine solo due piloti monopolizzano l'interesse in GT2 e sono Sardina e Rossi; purtroppo molte disavventure e sfortune tecniche hanno condizionato le prestazioni di entrambi in quanto se il primo inizia il campionato flagellato dalla sfortuna il secondo termina il campionato con il fiato sopseso ad ogni gara per possibili CL....e gli altri?.....purtroppo Ranzini dopo un inizio promettente viene risucchiato dal sistema sanzionatorio di GTItalia per i troppi contatti di gara e deve passare buona parte del campionionato a rimettere insieme i cocci della sua patente. Anche Leo non sembra a suo agio completamente con il mod e con la voglia di ben figurare in questao campionato per cui alterna belle prestazioni a prestazioni piu' opache e incolore. Anche l'ottimo La Moglie non trova il bandolo della sua BMW e non dimostra la consueta costanza ; addirittura alla fine si ritirera' . In conclusione possiamo dire che questo LMS 3 andra' in archivio portando con se tanti bei duelli e gare tiratissime ; per cui diamo appuntamento al prossimo anno con LMS4? chi lo sa seguiteci....
Rocca Re e Squalo a contatto
Rocca Re e Squalo a contatto
Jun 18, 2014  Simracing->LMS 120 Season 3
LMS 120 Season 3 Suzuka
di Pizzo Daniele
portalimages/ImageGare/bandicam_2014-06-11_17-48-20-729.jpg

i giochi sono fatti?

nella classe GT2 la gara di Suzuka ha incoronato Sardina come campione 2014 del campionato LMS3; nella categoria P1 invece la matematica non da ancora ragione a Puoti che comunque vince e convince in GR1. Nel GR2 belle vittorie per Lence nella classe P1 che porta al tragurado la sua Toyota TS030, ottima affermazione nella GT2 per Parravicini su Porsche 997 RSR che vince nella classe GT2.

' box P1':


Nella classe P1 ottima qualifica di Puoti che da subito fa capire a Catricalà che la serata non sara' per nulla facile anche se i due si scambiano in testa alla gara per buona parte della competizione. Alle loro spalle un ottimo Snoboda sfrutta a dovere i cavalli della sua Audi e insegue il duo di testa; il primo pilota delle P1 motorizzate a benzina e' Castagna con Marelli e Pizzo all'inseguimento; la quarta posizione di Castagna sara' effimera in quanto dopo il gioco di squadra di Marelli, che fa passare Pizzo, quest'ultimo si mette in caccia di Castagna e lo sorpassa con una manovra impeccabile all'ultima chicane grazie anche ad un errore in accellerazione del pilota LSR che spinna lasciando di fatto via libera sia a Pizzo che a Marelli. Nel frattempo in testa non si risparmiano e Puoti deve sudare per tenere a bada Catricalà che stavolta non compie errori; bella prestazione anche per Snoboda che riesce a tenere a bada Pizzo che non riesce piu' di tanto a recuperare e solo un errore nel finale costringera' il forte pilota LSR a lasciare la terza posizione a Pizzo per un contatto con una GT2 in fase di doppiaggio. La gara termina con Puoti vincitore ,che rimanda la festa a Silverstone, con Catricala secondo e Pizzo terzo. Nel Gr2 bella lotta fra Lence, Heineken, Soave e Scalet che per buona parte della corsa non si risparmiano scambiandosi in testa alla gara ; alla fine la spunta Lence grazie anche ad un passo gara superiore rispetto ai suoi avversari e Heineken che coglie il secondo posto precedendo Soave che chiude il podio al terzo posto.

' box GT':


Finalmente dopo sfortune alterne fra Sardina e Rossi in questa occasione i due si confrontano in pista a suon di giri veloci; ne viene fuori una gara entusiamsnate che nelle fasi inziali si arricchisce anche di soprassi pregievoli che monopolizzano l'attenzione degli spettatori. All'inseguimento dei due scatenati contendenti troviamo Leo e Costanza che pero' ben presto dovranno cedere il passo a Gandossi anche grazie ad alcune disavventure con gli anticut per Leo; un po' in ombra Di Cello che ci aveva abituato a gare molto consistenti, non altrettanto qui a Suzuka che non sembra essere a suo agio. Nel frattempo in testa alla gara Rossi sembra aver definitivamente avuto la meglio su Sardina che ormai pensa alla seconda posizione anche perche' la sua auto subisce un contatto con una P1 che lo danneggia e rende impensabile un recupero su Rossi. Ed arriviamo all'ultimo giro dove Rossi assapora una meritata vittoria ed invece la P1 di Castagna lo tocca danneggiano la sua vettura e costringendolo ad arrivare al traguardo alla bene e meglio, purtroppo per lui lo passa Sardina e soprattutto Gandossi che, chiudendo al secondo posto, sottrae a Rossi i punti necessari per restare aggrappato al campionato; punti che invece bastano a Sardina per vincere il campionato con una gara di anticipo. Nel GR2 in ottimo Parravicini vince la gara dopo un bel confronto con Faustini entrambi su Porsche 997 RSR terzo Rosana che dopo le belle prestazioni fornite negli ovali si dimostra un ottimo pilota anche nei circuiti tradizionali.
contatti
Supporto commerciale
Supporto tecnico
Informazioni generiche

GTItalia.org Portal Ver. 15.01 - Powered by GTItalia.org © 2003-2014 | All rights reserved - Minimum resolution 1024 x 768 px - Optimized For Mozilla Firefox
This page was built with 29 queries for a total of 0.00938 seconds